TEATRO di MESSINA. La FPCGIL ribadisce la necessità di procedere con celerità per definire complessivamente la macchina organizzativa dell’Ente Teatro.

Si è tenuta oggi il confronto sindacale al Teatro Vittorio Emanuele per discutere del regolamento di organizzazione approvato con delibera di CdA n.22 del 24/4/2020.

Per la FP CGIL presenti al tavolo il Segretario Generale Francesco Fucile e la Coordinatrice Prov.le dipendenti regionali Rosa Raffa.

Il Segretario Generale Fucile nell’esprimere l’apprezzamento da parte della FP CGIL per l’approvazione del regolamento di organizzazione, strumento utile per una migliore  organizzazione e gestione dell’ente Teatro ha chiesto al sovrintendente, avv. Gianfranco Scoglio, rappresentante di parte pubblica, l’approvazione dei fabbisogni triennali per poter procedere in tempi brevi ad espletare le selezioni verticali per coprire le figure di Categoria D – Funzionari; all’acquisizione di una figura dirigenziale, stante la conferma della volontà dell’Ente di procedere in tal senso, acquisizione, prevista dal Regolamento di organizzazione ed, infine, alla stabilizzazione del personale precario tecnico, in possesso dei requisiti della legge Madia.  

Per quanto attiene l’annosa problematica relativa alla  equiparazione del trattamento giuridico ed economico del personale del Teatro a quello dei dipendenti regionali, la FP CGIL ha ribadito la necessità di attivare un tavolo tecnico al competente Dipartimento Regionale, alla presenza di tutti gli attori istituzionali coinvolti, come già richiesto nelle precedenti riunioni alla presenza dell’Assessore regionale al Turismo che si era impegnato in tal senso, per sciogliere quei nodi che non hanno permesso la completa applicazione di tutti gli istituti contrattuali regionali.

La FP CGIL ritiene non più procrastinabili le decisioni che l’Ente Teatro deve assumere per chiudere importanti vertenze che da anni rallentano l’attività del Teatro e penalizzano i lavoratori.