Città Metropolitana, FP CGIL e CSA lanciano un grido d’allarme. A 10 giorni dalla scadenza di 94 contratti di lavoro la delegazione di parte pubblica ha comunicato che ad oggi non è stata presa alcuna decisione in merito.

I lavoratori precari della Città Metropolitana di Messina rischiano di trascorrere le vacanze pasquali senza certezza sul loro futuro.

La FP CGIL e il CSA rilevano con grande preoccupazione che in avvio della programmata riunione di confronto sindacale, ex art.5 CCNL Funzioni Locali, sui criteri di pesatura e assegnazione delle PO, su specifica richiesta delle scriventi OO.SS., l’Amministrazione ha comunicato che ad oggi non è stata presa alcuna decisione in merito alla proroga al 31.12.2019 dei 94 rapporti di lavoro a tempo determinato in scadenza al 30 aprile.

FP CGIL e CSA, dichiarano rispettivamente il Segretario Generale Francesco Fucile e il Segretario provinciale Santino Paladino, giudicano estremamente grave e poco rispettoso della dignità di lavoratori che da 30 anni prestano la loro attività alle dipendenze dell’Ente il fatto che, seppur a fronte di strumenti normativi e finanziari chiari ed inoppugnabili, non ci sia ancora la più pallida idea di come procedere ad una settimana dal termine.

Per quanto sopra proclamano ai sensi delle vigenti disposizioni legislative lo stato di agitazione del personale che potrà concretizzarsi nei prossimi giorni in concrete manifestazioni di protesta.