FP CGIL incontra Assessore al Lavoro su emergenza ASU

Si è tenuto l’incontro all’assessorato al lavoro su nostra richiesta con CISL e UIL per discutere sulle iniziative che intende assumere il Governo regionale per dare soluzione al problema dopo l’impugnativa da parte del Consiglio dei Ministri dell’Art.11 L.R. N.1 /2019 sull’utilizzazione diretta dei lavoratori ASU presso i siti e gli uffici dell’Assessorato Beni Culturali e dell’Identità Siciliana. Erano presenti l’assessore Scavone e la dirigente generale Garofalo. Ha introdotto i lavori l’assessore anticipando la volontà del governo di costituirsi in giudizio contro l’impugnativa, la stessa riscontra la resistenza da parte dell’ufficio legale. La dirigente ha comunicato di aver relazionato rispetto all’articolo 11 precisando che l’utilizzo nelle attività socialmente utili non ha nulla a che fare con l’eventuale assunzione e di conseguenza la contestazione ricevuta appare fuori luogo.
Nel nostro intervento abbiamo fatto evidenziare che sarebbe opportuno procedere con la costituzione in giudizio. Chiedendo all’assessore di intervenire sul governo per impedire lo scarica barile tra un ufficio ed un altro lasciando marcire il problema. Abbiamo altresì posto il problema dei lavoratori in atto utilizzati nei beni culturali ricordando che tra qualche giorno scade l’assicurazione contro gli infortuni e che la competenza è del Presidente della regione avendo ad interim l’Assessorato ai beni culturali.
Quindi ci aspettiamo nelle more della costituzione in giudizio che si dia corso a quanto di competenza per garantire continuità nell’utilizzo degli ASU direttamente assegnati presso le strutture dell’Assessorato Beni Culturali e che sia da scongiurare qualsiasi ipotesi di rientro dei lavoratori negli enti di origine. Su questo punto Assessore, Dirigente e tutte le OO.SS. si sono trovati d’accordo, ed inoltre si è evidenziato che il non difendere la norma apre un precedente pericoloso, perché viene considerato illegale il transito tra enti del personale ASU, rendendo vane le norme, già apprezzate e sottoscritte da tutti i gruppi politici, contenute nel prossimo Collegato alla Finanziaria, per l’utilizzo diretto dei rimanenti lavoratori ancora in cooperative ed impiegati presso altre amministrazioni (Motorizzazioni, Genio Civile, Aziende Sanitarie ed Enti Locali), sia per tutti gli altri ASU dichiarati in esubero dai propri Enti Locali ed inseriti in apposito elenco come previsto dalla L.R.8/2017.
I lavori sono stati chiusi dall’assessore garantendo il proprio impegno per dare una soluzione alle problematiche sollevate dalle organizzazioni sindacali. Erano presenti per la nostra organizzazione anche Franco Campagna e Salvatore Musolino.