SEGRETERIE E COORDINAMENTI REGIONALI VIGILI DEL FUOCO – SICILIA

Il Bugiardo è onesto nel dire la verità….Grazie Sig.Presidente dell’ARS!!!!!!

Mio zio pompiere prende seimila euro di pensione”..….!!!! le prende tutte, non gli stiamo tagliando niente!!
Con tono ancora più convinto: “Se noi dobbiamo essere pari agli altri cittadini forse bisognerebbe tagliarli tutti”

Una crisi di ispiration…? E se non fosse per niente passeggera?

Ebbene si…Sig.Presidente Miccichè,

questo e’quello che ha dichiarato durante Il dibattito in aula all’ARS del 28 Novembre sui vitalizi davanti ad alcune emittenti locali e sulla stampa.
Soldi che continuano a far gola a tanti deputati regionali,a tanti parlamentari che non hanno alcuna voglia di mollare i privilegi acquisiti.

Dichiarazioni che ci hanno lasciato sgomenti viste le parole inopportune che non hanno nessuna base di fondamento che a suo dire ci relega tra i privilegiati d’Italia! Un affronto verso tutti gli uomini e le donne che fanno parte di questo glorioso Corpo che, orgogliosamente mettono a rischio giornalmente la propria vita per salvare vite umane, insignita ancora una volta della medaglia d’oro al merito civile dal Presidente della Repubblica Mattarella pochi giorni fa a Catania, perché noi Caro Presidente…. dopo soltanto 80 anni suscitiamo emozioni, gratitudine e l’ammirazione del Paese, a differenza di chi in questo momento ci governa in modo approssimativo con promesse fasulle.

Ci aspettavamo da lei solidarietà per le manifestazioni nazionali Confederali che da tempo si susseguono nelle piazze italiane per adeguare i nostri stipendi a quelli percepiti da altri corpi dello stato, visto che un vigile del fuoco entra con uno stipendio medio da 1300 euro al mese fino a circa 1800 dopo 35 anni di faticoso servizio operativo

Grazie alle nostre iniziative unitarie abbiamo ottenuto da tutti gli schieramenti politici una lunga serie di emendamenti alla Legge di Bilancio e al Decreto Fiscale, che mirano alla giusta valorizzazione retributiva e previdenziale in funzione della nostra specificità, oltre alla tutela dal punto di vista assicurativo e delle malattie professionali.

Al fine del conseguimento delle nostre sacrosante istanze è sicuro che non raggiungeremo mai nella nostra vita lavorativa i privilegi di cui godete e i 6000 euro mensili di pensione lorde che lei ha sbandierato tanto nel suo Parlamento, dimostrando di avere avuto una crisi di ispirazione che noi speriamo sia soltanto passeggera!
Certo… capiamo pure che si vorrebbe confondere l’opinione pubblica con queste esternazioni visto che i redditi pubblicati del 2018 del deputato più giovane dell’ARS sancisce il… modesto reddito di 278 mila euro lordi!!

I Vigili del Fuoco sig.Presidente percepiscono non piu’ di 30 mila euro di reddito lordi all’anno compresi moglie e figli a carico dopo 25 anni di servizio!!

È una vergogna …continuare a ricevere pacche sulle spalle dai politici e non ricevere il giusto riconoscimento per la nostra specificità!!

Il Bugiardo è onesto nel dire la verità!!!!

Ci aspettiamo che lei rettifichi quanto dichiarato…anche se non saranno le sue affermazioni ingannevoli a far cambiare l’ammirazione e il gradimento che il popolo Italiano ci riconosce!!
Nel rappresentare con orgoglio i Vigili del Fuoco Siciliani, siamo disponibili a venire a spiegare a lei e a chi continua a bistrattare i POMPIERI, quanto guadagnano mensilmente e con quale miseria vanno in pensione!!

Pensiamo che dovrebbero essere altri ad essere tagliati…

FP CGIL VVF FNS CISL UIL PA VVF (Nicola Pesca) (Roberto Bombara) ( Gianpiero Nuccio)