Vertenza Comune di Tortorici26/12/2016

IMG-20161220-WA0015 (1)

Incontro proficuo giovedì mattina a Palermo fra rappresentanti di Funzione pubblica Cgil, Cisl e Uil del comune di Tortorici e l’assessore regionale alle Autonomie locali, Luisa Lantieri.

Sul tavolo dell’assessore, ignara di quanto da diverso tempo stanno vivendo i dipendenti comunali oricensi, un faldone con tutte le lettere all’assessorato, alla Corte dei conti, le denunce e gli esposti presentati in questi ultimi anni dai sindacati.

All’incontro hanno preso Clara Crocè, segretaria Fp Cgil di Messina; Claudia Cantarella, delegata Fp Cgil; Giuseppe Calanni e Natale Salupo, Rsu del Comune e Lina Coci, delegata Uil Fp e i rappresentanti della fpcisl . La delegazione ha esposto alla Lantieri la delicata vicenda che stanno vivendo i dipendenti oricensi, da 8 mesi senza stipendio.

Dal canto suo l’assessore, dichiarano i sindacalisti, «si è impegnata a cercare soluzioni ed intervenire per sbloccare le risorse necessarie almeno per poter pagare gli stipendi ai lavoratori». I dipendenti, nonostante il mancato pagamento degli stipendi, continuano a garantire i servizi ai cittadini, ma non tutti, come dimostrano i cumuli di rifiuti di fronte ai cancelli del cimitero. Si spera che la situazione venga sbloccata presto grazie alla possibile intercessione dell’assessore Lantieri. Dopo il sit in di protesta dei dipendenti comunali oricensi lunedì scorso di fronte all’assessorato regionale, arrivano le prime risposte.

«Abbiamo spiegato all’assessore tutta la vicenda e le abbiamo lasciato il dossier su Tortorici – dichiara Clara Crocè, segretario provinciale Fp Cgil. L’assessore non sapeva nulla di tutto il carteggio mandato dai sindacati all’assessorato nel corso degli ultimi anni. Adesso lei leggerà tutte le nostre carte e ci darà una risposta in merito alla vicenda e al commissariamento».

Dovrà essere molto pieno il faldone consegnato dai rappresentanti sindacali a Palermo. Intanto però resteranno senza stipendio per tutte le festività natalizie.

Allegato:

La vertenza

Nel corso dell’incontro è stato chiesto all’assessore di intercedere presso l’Unicredit per cercare di sbloccare le somme per almeno il pagamento di due mensilità arretrate. Ai dipendenti adesso non tocca altro che aspettare.
dalla Gazzetta del sud

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *